Cerca Punto SiEnergia
Menù Principale
· HOME
· Energie
· Territorio
· Edifici
· Incentivi
· News
· Eco-consigli
· Links
· Contattaci
· VIDEO
· PV GIS
Notizie

Rinnovabili

»Elena Fattori: ‘Scandaloso non regolamentare i nuovi OGM’
Il Parlamento ha da poco approvato un piano del MIPAAF da 21 milioni per la ricerca basata su tecnic ...
»UE: limiti più severi ai grandi impianti di combustione
Nel mirino centrali elettriche e di teleriscaldamento con una potenza termica superiore ai 50 MW The ...
»Sul Lago di Garda il turismo si fa verde grazie a Sorgenia
L’azienda del settore energetico ha siglato un accordo che permetterà ad 800 strutture ricettive di ...


Data di pubblicazione: Tue, 08 Aug 2017 07:42:53 +0000
Dettagli
Sondaggio


Quali interventi di energia rinnovabile e risparmio energetico hai fatto a casa tua?



solare termico

fotovoltaico

cappotto / serramenti

caldaia a condensazione

impianto geotermico

nessuno

altro



Inviato da segreteria
Voti: 393
Sondaggi precedenti

Benvenuto
Nome di Login:

Password:


Ricordami

[ ]
Date / Time
 
W3C Compliance
Valid XHTML 1.1!
Valid CSS!

Piano Casa, l'Ance boccia la nuova legge del Veneto


house.jpgDai costruttori veneti arriva la bocciatura del nuovo Piano Casa (legge regionale n. 13/2011 di modifica della legge regionale n. 14/2009) varato il 7 luglio scorso dal Consiglio regionale del Veneto (leggi tutto).

Secondo l'Ance Veneto la nuova legge presenta problemi applicativi e comporta delle discriminazioni e dei “pasticci giuridico-amministrativi”. Sotto accusa la distinzione – inserita nel nuovo Piano Casa – tra prima e seconda abitazione, che secondo i costruttori rischia di penalizzare le pratiche riguardanti edifici diversi dalla prima casa, presentate in forza della vecchia legge (n. 14/2009) poco tempo prima dell'entrata in vigore del Piano Casa bis. Queste domande restano infatti bloccate fino al 30 novembre 2011, data entro la quale i Comuni veneti possono deliberare se e con quali modalità consentire gli interventi nei centri storici e se e con quali limiti applicare la legge regionale al di fuori dei centri storici. Anzi, potrebbero essere respinte nel caso in cui i Comuni ponessero delle restrizioni agli interventi sulle seconde case dentro o fuori dai centri storici.

 

Stampa veloce crea pdf di questa news

Categorie News